I trulli

Caratteristica essenziale delle nostre campagne sono le costruzioni trulliformi chiamate "truddhi", realizzate con pietre a secco.

Pagghiara o trullo

Scheda di dettaglio

 Queste costruzioni sono formate da anelli concentrici di pietre, orizzontalmente disposti gli uni sugli altri, senza materiale di connessione, facendosi a mano a mano sempre più stretti fino alla sommità. Provvisti di scale esterne, sono stati sempre utilizzati come ripari temporanei dai contadini o, nella buona stagione, per la villeggiatura. Su tutto il territorio taurisanese si annoverano attualmente circa una quarantina di Trulli in discreto stato di conservazione, concentrati per lo più nelle contrade Acquadolce, Saglietti e Silve, ricche di pietrame e di più recente bonifica.

Proprio nella contrada Silve si possono osservare gli esemplari di più grandi dimensioni e di più antica origine: i cosiddetti "Truddu delle Monsonore", del 1680, e "Truddu Ferrante" (fine sec. XVII), complesso abitativo formato da due grandiosi trulli addossati l’uno all'altro, che rievocano i nuraghi della Sardegna: quello disposto a nord ha la forma di una piramide, l’altro, che guarda a sud, ha una struttura a doppio tronco di cono. Entrambi poggiano su un basamento lungo quasi 30 metri e largo 20. Posta su un muro dell’interno si legge l’epigrafe: M. ORONZO MARTINA A.D. 1821; si tratta del nome del maestro muratore che in quell’anno provvide al restauro del complesso edilizio.

Contatti e recapiti

Galleria immagini

Pagghiara o trullo

Pagghiara o trullo

Documenti e link

Opzioni di stampa:

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Commenta la seguente affermazione: "ho trovato utile, completa e corretta l'informazione."
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO